Napoli calcio: gli allenatori dell’era De Laurentiis

Nel 2004 inizia l’era De Laurentiis, è il sei settembre 2004 quando Aurelio De Laurentiis firma il contratto con il quale acquista la società calcio Napoli. Una squadra che aveva ormai dimenticato i vecchi successi e che con la retrocessione in serie C1 aveva toccato uno dei gli apici più bassi della sua storia, per saperne di più clicca qui

Con l’acquisto della squadra da parte del produttore cinematografico tutto cambia, arrivano le vittorie, la squadra ritorna in serie B nel 2006 e l’anno dopo, giugno 2007, festeggia la promozione e il ritorno in serie A.

Il successo  del Napoli è dato anche dagli uomini, dai tecnici, dagli allenatori a cui in questi anni il presidente ha scelto di consegnare le redini della sua squadra. Conosciamo gli allenatori del club durante l’era di De Laurentiis.

  1. Edoardo Rejna è il primo allenatore dell’era De Laurentiis, è proprio lui a traghettare la squadra dalle serie B alla serie A. È Rejna l’allenatore delle prime vittorie del nuovo Napoli in serie A. Nella stagione 2007-2008 la squadra agguanta la vittoria con squadre come Milan, Fiorentina, Inter e Juventus (vincendo 3-1 fuori casa), chiudendo il primo campionato in serie A, dell’era Laurentiis, all’ottavo posto e con 50 punti. Rejna è confermato allenatore della squadra che per la stagione 2008-2009, ma qualcosa improvvisamente si rompe. Dopo un inizio di campionato non proprio al massimo, i risultati sperati non arrivano e dopo la sconfitta in casa contro la Lazio, nel marzo 2009, viene esonerato. A prendere le redine della squadra partenopea è Donadoni. 

  1. Roberto Donadoni diventa allenatore del Napoli a campionato già iniziato, nel marzo 2009. Ma la sua avventura con gli azzurri ha avuto vita breve: dopo aver portato a casa appena 7 punti in sette partire, Donadoni viene sollevato dall’incarico nell’ottobre 2009.
  1. Quello di Walter Mazzarri al Napoli nell’ottobre del 2009 è un ritorno, infatti, aveva già allenato la squadra prima del 2000. 

La sua carriera sulla panchina della SSC si apre con una vittoria: Napoli-Bologna vinta 2 a 1. Con Mazzarri alla guida arrivano i primi risultati che contano: come la qualificazione in Europa League, la chiusura del campionato al sesto posto con 59 punti e nella stagione successiva, quella 2010-2011, il Napoli ottiene il terzo posto qualificandosi in Champions League. Mazzarri è confermato allenatore del Napoli anche per la stagione 2011-2012. Impegnata sia in Europa che nel campionato, la squadra proprio in campionato da segni di cedimento, nonostante questo il Napoli batte in finale di Coppa Italia la Juventus per 2-0.

L’ultima stagione di Mazzarri in maglia azzurra è quella 2012-2013 chiudendo il campionato al secondo posto. Conscio di aver dato tutto quello che poteva, in quel momento, alla squadra nel maggio 2013, annuncia la fine della collaborazione con il Napoli.

  1. La stagione 2013- 2014 sale sulla panchina azzurra lo spagnolo Rafel Benitez. Benitez è l’uomo del cambiamento, cambia la struttura del gioco dell’intera squadra: passando da un gioco più attivo e d’attacco ad uno più difensivo. Anche lui porta di nuovo trofei nella bacheca partenopea come quella del maggio 2014: la Coppa Italia. La prima stagione con Benitez è positiva, il Napoli conclude il campionato al terzo posto. La stagione successiva è quasi disastrosa, dopo un calciomercato non proprio florido, la squadra fatica a trovare il proprio equilibrio e conclude il campionato 2014-2015 al quinto posto, Benitez in conferenza stampa annuncia la sua dipartita dal Napoli.
  1. Nel giugno del 2015 Maurizio Sarri firma il suo contratto con il Napoli. Sono molti i tifosi che non condividono la scelta del presidente, inoltre, a convincere alcuni tifosi che questo non fosse l’allenatore giusto per la squadra, ci si mise anche un’apertura di campionato non proprio favorevole. Ma la rimonta arriva subito e nel girone di andata il Napoli è quasi in solitaria al primo posto. Sarri chiude la prima stagione sulla panchina azzurra al secondo posto in campionato, gli azzurri  guidati da Sarri sono secondi in classifica anche per i due campionati successivi. Il 23 maggio 2018, dopo tre stagioni, De Laurentiis annuncia l’interruzione del rapporto con il tecnico. Ufficializzando l’arrivo al Napoli di Carlo Ancelotti.
  1. Arrivano in panchina azzurra nel giugno 2018 anche con lui, nella stagione 2018-2019, gli azzurri concludono il campionato con il secondo posto in classifica. Per il resto non ci resta che aspettare e supportare sempre la squadra, a di là del risultato.